Scrittori #Tumblr

 snoopy

Via Tumblr:
-Charles Dickens veniva pagato a parola. Quindi non ci si può arrabbiare se a volte ha paragrafi lunghi e tediosi, perchè anche io avrei fatto lo stesso con lo stesso contratto, no? Non avrei mai usato abbreviazioni o che ne so, definizioni per i colori. Devo dire la parola “rosso”? eh peccato, da ora in avanti userò “il colore del sangue appena versato sulla neve; o che ne so, la tinta che assume l’orizzonte quando il sole scende sopra le dune del deserto sub-sahariano”. BOOM! io e il mio amico Dickens ci possiamo comprare due cene, adesso!
-Stando su questo argomento, Alexandre Dumas veniva pagato per riga. Quindi non è un tipo molto descrittivo, l’80 per cento dei suoi scritti sono dialoghi, cosa che lo fa sembrare molto moderno in fondo ma ci sono anche momenti imbrarazzanti tipo:
“E adesso dove andiamo?
Adesso andiamo in città.
Che città?
Parigi.
Stiamo andando a Parigi?
Sì”.
-Sì ma ci pensate che tipo di tortura estesa avremmo dovuto subire se Victor Hugo fosse stato pagato a gioco di parole?
– Ma George RR Martin lo pagano a morti dei personaggi?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.