Longbourn House – Jo Baker #JoBaker

longbourn-jo-baker

Ciao bella gente!

Longbourn House. A volte ci si rende conto di non averne abbastanza di uno scrittore: ti spulci la bibliografia, leggi ogni poesia scritta da adolescente e alla fine arrivi al fondo del barile che di solito consiste in qualche idea scartata o la lista della spesa. Ecco chi non ne avesse abbastanza della buona Jane Austen ora ha questo “Orgoglio e pregiudizio” visto dal personale della famiglia Bennett. Ho pensato fosse un’operazione commerciale furba e invece è un’atto d’amore di un’evidente appassionata. Scritto bene, fedele all’originale porta un punto di vista inedito e al tempo stesso familiare. Peccato solo il finale per me un po’ troppo mieloso e buttato lì.

Sara Rebori

DESCRIZIONE

C’era una volta la famiglia Bennet: un padre distratto, una madre soffocante e cinque figlie da maritare. Jane Austen ne racconta magistralmente i signorili affanni in Orgoglio e pregiudizio, ma tace sulla servitú che dall’alba a tarda notte si affaccendava perché la conversazione in salotto scorresse serena. Jo Baker svela una metà del mondo popolata di ombre che, mentre cucinano e puliscono per gli altri, vivono vite e nutrono speranze proprie. E che sotto gli abiti di seconda mano nascondono segreti, ferite e passioni non meno intense di quelle che animano i piani superiori.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.