Milano sparita e da ricordare #Milano #SantAmbrogio

Il Castello Sforzesco nell’Ottocento, la metamorfosi di piazza della Scala, le vie d’acqua sparite, le attività commerciali, i mestieri, la gente di Milano e tanto altro. Foto antichissime, alcune databili intorno al 1850, curiosità, leggende, aneddoti di personaggi illustri del passato. Un viaggio nel tempo, emozioni senza confini, storie da non dimenticare.

Auto-pubblicazione, attualmente arrivata al terzo volume, della pagina Facebook “Milano sparita e da ricordare“. Per chi non la conoscesse è una pagina dedicata alla divulgazione di foto dal passato della città di Milano, il grosso di quelle raccolte in nel primo volume sono di fine ‘800-primi del ‘900 con grande attenzione dedicata alla Milano dei Navigli, amata da molti e odiata da altrettanti.
Interessante vedere com’era la mia amata Milano, nessuna operazione nostalgia tuttavia, solo un prendere atto dei mutamenti che occorrono solitamente alle grandi città.

Massimo Arena

I tre libri sono ordinabili sui principali store online, in qualsiasi libreria italiana o all’estero comunicando il titolo e il codice ISBN, oppure direttamente dal sito della casa editrice con disponibilità sempre immediata.

Milano com’era una volta. Per rimpiangerla, per apprezzarne i cambiamenti, per conoscerla meglio. Riscopriamo insieme le meraviglie passate e attuali di una città che in molti pensano sia solo nebbia e smog. Un archivio ricco di informazioni e di curiosità, un patrimonio storico, culturale e affettivo dal valore inestimabile.

Il Castello Sforzesco nell’Ottocento, la metamorfosi di piazza della Scala, le vie d’acqua sparite, le attività commerciali, i mestieri, la gente di Milano e tanto altro. Foto antichissime, alcune databili intorno al 1850, curiosità, leggende, aneddoti di personaggi illustri del passato.

IL VIAGGIO NEL TEMPO 3 – Le foto più belle dalla pagina Facebook “Milano sparita e da ricordare”
Un terzo viaggio ricchissimo di destinazioni: cascine, palazzi, ville, mercati, fontane, le vie d’acqua in gran parte sparite, i vicoli antichi in compagnia di tanta gente in abiti ormai fuori moda. Vedrete bar, bottiglierie, ristoranti e drogherie dove alcuni di voi saranno persino in grado di rievocare gli aromi di un tempo.

Destino final – Giancarlo Ceraudo e Miriam Lewin #desaparecidos

desaparecidos

Ai tempi della dittatura argentina guidata da Videla, migliaia di oppositori vennero gettati dagli aerei militari nelle acque del Rio de la Plata. La sofferenza di chi ha perso un affetto e ne conserva il ricordo, aggrappandosi a una vecchia foto, alla lista degli scomparsi, alla visione degli aerei utilizzati per il massacro. Testimoniata nel libro “Destino final” di Giancarlo Ceraudo e Miriam Lewin che verrà presentato il 23 aprile alla fiera dell’editoria Tempo di libri.

http://www.repubblica.it/r2-fotorep/2017/02/23/news/sulle_rotte_della_morte_nell_ultimo_volo_dei_desaparecidos-158987305/