Richard Ford – Sportswriter #RichardFord #Sportswriter

“Mi chiamo Frank Bascombe. Faccio il giornalista sportivo. Da quattordici anni vivo qui, al 19 di Hoving Road, a Haddam, New Jersey, in una grande casa Tudor che ho comprato dopo aver venduto un libro di racconti a un produttore cinematografico. Mi aveva reso un mucchio di soldi, allora, e sembrava che la cosa avrebbe garantito una vita piacevole a me, a mia moglie e ai nostri tre bambini, due dei quali non erano ancora nati. Che cosa fosse esattamente quella vita piacevole che mi aspettavo, non saprei proprio. Comunque, non direi che non ci sia stata. È solo che sono successe tante cose da allora.”

ford

Frank Bascombe è un tipico americano di provincia. Vive nel New Jersey, quarantenne, divorziato, fa il giornalista sportivo, lavoro a cui è approdato per caso dopo il tentativo fallito di fare lo scrittore.
Non ha una gran voglia di lavorare, di intrattenere relazioni sia con gli amici che con qualche ragazza con cui ha tiepidi rapporti.
La morte del figlio maggiore, pur con tutto il dolore immaginabile, non lo scuote dall’apatia, continua a fare le cose con poco interesse, intrattiene rapporti personali con noncuranza; anche con gli altri 2 figli ha un rapporto spento. Quella di Frank è una strana solitudine: in fondo attiva, affollata di ordinarie follie e fatti ordinari, e anche di persone. I due figli, le due ex mogli, i pochi amici, gli incontri con i clienti e le persone che va a visitare quando fa del volontariato. Si sente vulnerabile, è vero, oltre che solo, e prova a tamponare il dolore, il disagio per riuscire a vivere il meno peggio possibile, ad avvicinarsi di nuovo alla felicità, rasentarla ancora per qualche anno, quella felicità che sembra persa per sempre.
Insomma, fino alla fine del romanzo non sappiamo cosa sarà di lui che si è stancato del lavoro, degli amici, delle amanti, mentre sta a crogiolarsi con idee che ha per il suo futuro ma che non realizzerà mai.
Ci prova, sempre senza convinzione.
Romanzo molto malinconico, intriso di solitudine.
Ford, che non conoscevo, scrive, forse per l’argomento che tratta, in modo volutamente piatto. Ci sono momenti un po’ pesanti, ma mi è piaciuto.

Raffaella G.

DESCRIZIONE

In un normale week-end di Pasqua, Frank Bascombe – un uomo ancora giovane che ha rinunciato al mestiere di scrittore per diventare giornalista sportivo – incontra la sua ex moglie sulla tomba del loro primogenito, Ralph, come usano fare in occasione del suo compleanno da quando è morto. Bascombe, prima della tragedia e del conseguente divorzio, si era sistemato, aveva preso moglie e si era trasferito in una grande casa nella piccola città di Haddam, in New Jersey. Desiderava una vita piacevole, tranquilla nelle sue ripetitive abitudini, in un mondo provinciale al sicuro da scosse e preoccupazioni, come tanti altri americani middle class. Gli eventi però lo obbligano ad affrontare nuove e impreviste, talora drammatiche, situazioni. Bascombe si attiene ai nudi fatti, narra con levità e ironia, ma dovrà rivedere il suo passato considerando sotto un’altra luce la banalità e quotidianità della propria vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...