Bilico – Paola Barbato #paolabarbato #bilico

Che sia nato un nuovo amore tra questa scrittrice e me? Che sia solo un’infatuazione? Al momento non ho una risposta ma avendo già fra le mani un altro suo titolo credo ve lo farò sapere molto presto!

Bilico è un thriller, uno di quelli che ti lasciano a bocca aperta, uno che quando lo finisci ti fa anche un po’ arrabbiare, decisamente di buon livello per me che amo il genere, molto originale nella trama e spiazzante.
La storia ci parla di un serial killer che per la sua atrocità viene soprannominato “il Seviziatore”. Protagonista è Giuditta Licari, dottoressa, anatomopatologa e psichiatra che collabora con la polizia per risolvere il caso. Una donna distaccata, che incute un certo timore in chi le sta accanto, una donna tutta d’un pezzo, mai un’incertezza mai un dubbio, finché…

Non è precisamente un giallo, a metà della narrazione si scopre l’assassino, per cui non ci sono colpi di scena. E’ un romanzo però che fa appassionare ugualmente, perchè è un ritratto impietoso della meschinità e crudeltà umana, la caratterizzazione dei personaggi profonda, complessa e mai banale.

Bilico fra bene e male, fra realtà e apparenza, un filo sottile che mette alla prova l’equilibrio di questa umanità così fragile.

Mariagrazia Aiani

Annunci

Paola Barbato – Non ti faccio niente #PaolaBarbato

Era un uomo piacevole, alla prima occhiata, aveva la barba lunga con ancora più biondo che grigio, gli occhi buoni, la pelle tesa, colorita. Poi però tutti quelli che lo guardavano per più di un minuto iniziavano a sentirsi inquieti, senza una vera ragione.
“Lo sanno.” diceva Vincenzo “Mi fiutano.”

barbato

Non avevo letto ancora nulla di Paola Barbato, se non le storie scritte per Dylan Dog e un paio di mesi fa ho saputo che stava scrivendo un nuovo romanzo pubblicandolo a puntate, in tempo reale, su una piattaforma che non conoscevo: Wattpad.
Casualmente l’ho iniziato il giorno stesso in cui ha pubblicato l’ultimo capitolo e, se vi piacciono i thriller, non posso fare altro che consigliarvi di leggerlo, ma solo se non avete problemi a leggere di orchi perchè qui non viene risparmiato nessuno.
La Barbato è proprio brava, qualche refuso qua e là ma bisogna tenere conto che non c’è un lavoro di editor dietro, anzi, è possibile segnalare gli eventuali difetti.
I personaggi sono tutti caratterizzati in modo perfetto ed è impossibile non affezionarsi a molti di loro. E’ il classico libro che spiace finire, anche perchè la fine…!!!

Il riassunto dell’autrice:

1982. Un uomo misterioso rapisce dei bambini, li tiene con sé tre giorni, quindi li restituisce alla famiglia, illesi.
Trentadue bambini in sedici anni.
Poi scompare.
2015. I figli dei bambini, divenuti adulti, vengono a loro volta sequestrati e poi restituiti alle famiglie. Ma questa volta privi di vita.
Per cosa pagano?
Per mano di chi?
E perché?

Questo è il link dove troverete il libro: https://www.wattpad.com/story/83259020-non-ti-faccio-niente

Massimo Arena