La straordinaria invenzione di Hugo Cabret – Brian Selznick #HugoCabret

Vincitore del Premio Andersen 2008, miglior libro oltre i 12 anni

«Un esordio in cui il vero segreto erano i sogni e i traumi della sua infanzia, trasformati in una fantastica avventura»Lara Crinò, Robinson

La straordinaria invenzione di Hugo Cabret (The Invention of Hugo Cabret) è un romanzo del 2007 di Brian Selznick. È un libro narrato con parole ed immagini, ovvero alcune scene sono raccontate per iscritto come in un normale libro, altre mediante l’utilizzo di soli disegni. Dalla storia del libro è stato tratto il film Hugo Cabret di Martin Scorsese del 2011.

Un romanzo per immagini che è adatto a bambini, ragazzi e adulti, alla maniera del suo illustrissimo predecessore Il piccolo principe. Una favola per adulti dickensiana ambientata nella Parigi dei primissimi anni 30 del novecento, una sognante trasposizione per righe e immagini della magia dei primi film muti, originalissima ed emozionante.

Flavia Colucci

La luna, le luci di una città, una stazione affollata, due occhi spaventati. Le immagini a carboncino scorrono come in un cinema di carta fino a inquadrare il volto di Hugo Cabret, l’orfano che vive nella stazione di Parigi. Nel suo nascondiglio segreto, Hugo coltiva il sogno di diventare un grande illusionista e di portare a termine una missione: riparare l’automa prodigioso che il padre gli ha lasciato prima di morire. Ma, sorpreso a rubare nella bottega di un giocattolaio, Hugo si imbatterà in Isabelle, una ragazza che lo aiuterà a risolvere un affascinante mistero in cui identità segrete verranno svelate e un grande, dimenticato maestro del cinema tornerà in vita. Tra romanzo, cinema e graphic novel, un libro in cui le parole illustrano le immagini.

di Brian Selznick (Autore) F. Paracchini (Traduttore)

Mondadori, 2011