Carmen Pellegrino – Cade la Terra #CarmenPellegrino

A nessuno dovrebbe essere inflitto di vedere il dispetto negli occhi di chi lo ha messo al mondo.pellegrino

Come fra le quinte di un teatro in disfacimento ecco aggirarsi un anarchico, un venditore di vasi da notte, una donna che non vuole sposarsi, un banditore cieco, una figlia che immagina favole, un padre abile nel distruggerle.
Ma dove sono i vivi e dove i morti? Estella non se lo dice, perché vorrebbe solo cambiare i destini, invertire il corso di esistenze desolate, per ridare loro un po’ di calore, come una vita nuova, ora che l’altra che ha infuriato per anni si è conclusa.

_________________________________________________

Carmen Pellegrino è un’abbandonologa, neologismo creato appositamente per lei dalla Treccani, a seguito dell’invenzione di un bambino, un po’ come per petaloso insomma: “Chi perlustra il territorio alla ricerca di borghi abbandonati, edifici pubblici e privati in rovina, strutture e attività dismesse (luna park, orti, giardini, stazioni, ecc.), di cui documentare l’esistenza e studiare la storia”.

Quasi sempre chi se n’è andato da questi spazi ha lasciato la porta socchiusa, la finestra accostata, una piantina di fiori sul davanzale, delle collane di peperoni appese al soffitto, la legna sul caminetto: come se dovesse rincasare da un momento all’altro. Ma nessuno è mai tornato, e nessun altro ha più fatto dono di una visita pur fugace. Come se ne andasse di mezzo qualche maledizione inesprimibile.

Alla Pellegrino piace esplorare luoghi abbandonati per entrare in sintonia con essi e con la loro vita precedente. Dalla sua passione è nato il romanzo in cui la protagonista, Estella, è una ragazza scappata da un monastero e dalla vita monacale che trova lavoro come istitutrice presso una famiglia bene del paese campano di invenzione di Alento, costruito su una collina che piano piano sta cedendo e quindi destinato all’abbandono.
Alento e i suoi abitanti non sono solo un contorno ma sono i co-protagonisti della storia e il risultato pare un riuscito e sentito omaggio a tutti quei borghi in Italia che sono stati abbandonati, vuoi per motivi geologici o per motivi economici.

Massimo Arena

DESCRIZIONE

Un romanzo importante perché tutti ci portiamo dentro un piccolo paese abbandonato.

Alento è un borgo abbandonato che sembra rincorrere l’oblio, e che non vede l’ora di scomparire.
Il paesaggio d’intorno frana ma, soprattutto, franano le anime dei fantasmi corporali che Estella, la protagonista di questo intenso e struggente romanzo, cerca di tenere in vita con disperato accudimento, realizzando la più difficile delle utopie: far coincidere la follia con la morale.
Voci, dialoghi, storie di un mondo chiuso dove la ricchezza e la miseria sono impastate con la stessa terra nera. Capricci, ferocie, crudeltà, memorie e colpe di un paese di “nati morti” che si tormenta nella sua più greve contraddizione: voler essere strappato alla terra pur essendone il frutto.
Cade la terra è un romanzo che acceca con la sua limpida luce gli occhi assonnati dei morti: sembra la luce del tribunale della storia, ma è soltanto il pietoso tentativo di curare le ferite di un mondo di “vinti”, anime solitarie a cui non si riesce a dire addio perché la letteratura, per Carmen Pellegrino, coincide con la loro stessa lingua nutrita di “cibi grossolani”. Seppellirli per sempre significherebbe rimanere muti.
Ma c’è orgoglio e dignità in queste voci, soprattutto femminili. Tornano in mente le migliori pagine di Mario La Cava, Corrado Alvaro e Silvio D’Arzo: prose appenniniche petrose ed evocative, come di pianto riscacciato in gola, la presa d’atto dell’impossibilità d’ogni epica.
Cade la terra è tassello romanzesco importante della grande letteratura meridionale novecentesca. Che venga pubblicato ora, in altro secolo, è solo la dimostrazione che gli orologi non sempre indicano l’ora esatta.
(Andrea Di Consoli)

Con Carmen Pellegrino “l’abbandonologia” diviene scienza poetica. Ora questo modo particolare di guardare le rovine, di cui molto si è parlato sui giornali e su internet, ha il suo romanzo: questo.

Per approfondimenti sull’autrice e il suo romanzo visita il sito www.cadelaterra.it.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...