Cheryl Strayed – Wild #CherylStrayed #Wild

wild-cheryl-strayed-canon_ph

È un po’ un cliché leggere un libro di viaggio durante un viaggio. Forse lo è, ma l’alternativa che avevo nello zaino era questo oppure Jane Austen, e non ero ancora pronto per una dose di femminilità. E così sono stato punito con una dose di femminismo! ahahaah! scherzo non era così terribile.
Mi sono salvato perché ai tempi mi ero perso il film e in questo modo sono arrivato senza pregiudizi al libro.
Malgrado la naivitè dell’autrice che spesso si avverte, il libro é proprio ben scritto, di quelli che ti scivolano sotto gli occhi al massimo uno o due giorni. È la storia vera di un viaggio sul PCT, Pacific Crest Trail, un percorso in trekking che va dal Messico al Canada sulle montagne rocciose, cazzutissimo. Lei se lo fa da sola, come una specie di pellegrinaggio spirituale alla ricerca della sua vecchia identità, andata smarrita dopo il lutto per la madre e il divorzio giovanissima; e anche della sua nuova identità. Di fatto dopo il viaggio decide di trasferirsi dal Minnesota a Portland: giacchè come tutti gli avventurieri, sente il richiamo verso Ovest.
Si avverte ogni centimetro di strada percorsa: la fatica, il dolore ai piedi, lo zaino che ti seghetta la schiena e le spalle, i soldi che non bastano mai per pagarsi la cena, gli amici incontrati lungo il percorso, la paura di strani rumori la notte, lo svitato che ti minaccia nei boschi (a chi non è mai capitato!?), il desiderio provato per il tuo occasionale compagno di viaggio, la rabbia per essersi persi lungo il sentiero, la pioggia, l’afa, la fame, la frustrazione, la soddisfazione di aver concluso, e molto molto altro ancora.
Mi sento di consigliarlo, ma più alle donne: non perché gli uomini non possano comprendere il punto di vista femminile, quanto perché i riferimenti a molti dei riti di passaggio e ai segreti del mondo femminile risultano a volte un linguaggio segreto, che non ostacola la lettura, è vero, ma che di fatto mi sa che un ragazzo come me non ha afferrato completamente. Nel complesso un bel libro, scritto di getto e con passione ( ma non aspettatevi un premio pulitzer!)

Stefano l.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...