Le dodici domande – Vikas Swarup #TheMillionaire #VikasSwarup

Terzo di una serie di libri che cercherò di leggere alla voce Letteratura Indiana, Le dodici domande di Vikas Swarup è un bel romanzo, scritto bene e con personaggi  caratterizzati non a casaccio.

slumdog

E’ il libro da cui hanno tratto il pluripremiato film Slumdog Millionaire di Danny Boyle, che forse non meritava tutti quegli Oscar ma che è comunque un buon film. E il libro, per una volta, non è che sia necessariamente meglio del film, anzi. Strano eh? eh lo so.

Narra la storia in prima persona di un ragazzo poverissimo, un paria di Mumbay che ha finito a malapena le scuole elementari e poi per il resto della sua vita di diciottenne perennemente affamato non ha fatto altro che rubacchiare, lavorare quando poteva, sopravvivere con qualsiasi espediente possibile in quell’India moderna dove il passato è dietro ogni angolo di strada, il profumo dell’incenso si mescola al lezzo delle fogne all’aperto e i colori dei sari contrastano con il fango delle baraccopoli. E’ un barbone ignorante, Ram Mohammad Thomas, eppure partecipa al quiz televisivo più famoso del mondo e risponde correttamente a tutte e dodici le domande, vincendo la fantasmagorica cifra di un miliardo di rupie. Com’è possibile? Per i produttori, infatti, non è possibile: deve evidentemente aver barato. Quindi incaricano un poliziotto di corcarlo di mazzate fino ad ottenere la confessione dell’imbroglio; quello che invece racconterà il giovane protagonista sarà la storia della sua breve vita, relativamente a quelle dodici domande: dodici ricordi, dodici pezzi di vita, dodici storie che per un caso assurdo e fortunato sono anche legate alle famose dodici risposte esatte. Perchè in fondo, come dice lo stesso Ram, non devi sapere tutte le risposte a tutte le domande, per vincere: devi solo sapere quelle dodici risposte precise, e nient’altro.

La storia si dipana molto velocemente, è gradevole e genera una certa curiosità per come è strutturata: dodici racconti, uno per ogni domanda del quiz, che viene posta alla fine del capitolo. Quindi Ram racconta una storia, alla fine della quale veniamo a sapere quale fosse la domanda che gli hanno posto, e capiamo come sia possibile che l’abbia azzeccata. I personaggi positivi sono irresistibili; e quelli negativi, bè, sono davvero delle merde.

Due sono i difetti principali, per me: primo, necessariamente le storie non sono in ordine cronologico, non sarebbe possibile e non avrebbe senso: lui racconta solo un momento della sua vita che corrisponde a una domanda, questo però genera un certo saltabeccare avanti e indietro nel tempo che non è sempre agevole da seguire.

E il secondo, è la fine, veramente inverosimile, o forse spiegabile solo con un epilogo alla Bollywood: le ultime due domande sono un coacervo di agnizioni, rivelazioni, riunioni, piagnistei, amore, vendetta e preghiere. Manca solo la cantatina con il protagonista e la sua bella che dalle prigioni arrivano improvvisamente in America e cominciano a ballare con centinaia di comparse.

Nonostante questo rimane un libro che mi è piaciuto leggere; ci sono passaggi di grande umanità, realtà di povere vite che a noi parrebbero insopportabili, solitudine, miseria, fame, il non avere un futuro, tutto tollerato perchè si deve, perchè non si può fare altro, perchè domani in qualche modo si troverà un pasto caldo. E anche un certo senso di ineluttabile rassegnazione alla propria miserabile vita perchè chi chiede di più finisce male, chi aspira a vivere meglio attira su di sè la sfortuna, perchè c’è una netta distinzione tra poveri e ricchi, e sarà sempre così.

Ma Ram ha il coraggio di pensare in grande sfidando l’ingiustizia del sistema, e ottiene persino un certo happy ending, perchè insomma questa è una favola indiana, e negli slums di Bombay è giusto avere un lieto fine ogni tanto.

Lorenza Inquisition

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...