Scott McCloud – Lo Scultore #ScottMcCloud #LoScultore

LOSCULTOREc

Permettetemi questa divagazione nel campo del fumetto. So che la questione è annosa (inserirli o meno?) ma credo che , in casi particolari di conclamato stato di grazia, si possa sconfinare.
Non entro in informazioni troppo tecniche (tipo chi sia McCloud) ma mi fermo alla storia in sè.
Lo Scultore è una graphic novel di quasi 500 pagine che narra la storia di David Smith, artista incompreso e in rovina, che un bel giorno incontra suo zio Harry. Peccato che zio Harry sia morto da un bel po’.Beh, questo zio Harry propone a David un patto: ti darò il talento soprannaturale di poter scolpire ciò che vuoi e su qualunque materiale con le sole mani, in cambio accetterai di vivere per solo 200 giorni ancora. David accetta e da lì parte tutto: Amore, Morte, ARTE, compromessi, parole, insomma, la Vita.
E piano piano, pian pianino, McCloud arriva a spezzarti il cuore.
Una delle poche recensioni negative (è stato accolto in tutto il mondo come un capolavoro) parlava di “banalità del bene” come difetto principale di quest’opera. Beh, forse non c’era definizione migliore: ma per definirne proprio la grandezza.

Alessandro Dalla Cort

DESCRIZIONE

Pubblicato in esclusiva mondiale dalla Bao Publishing, Lo Scultore è il graphic novel di un autore, il grande Scott McCloud, che si avvicina qui per la prima volta alla narrazione “romanzata” di una storia a fumetti con un lavoro che farà parlare molto di sé.

Scott McCloud è famoso in tutto il mondo come critico ed esperto di fumetti. Le sue opere di analisi della nona arte sono pietre miliari imprescindibili per qualunque appassionato; tra queste spicca la trilogia composta da Capire il Fumetto (vincitore di un Eisner Award e del Prix de la critique del Festival di Angoulême), Reinventare il Fumetto e Fare il Fumetto, dove esprime la sua concezione di un’arte chiara, precisa, organizzata, quasi scientifica, eppure anche sospesa tra certezza e visione, tra ispirazione e programma.

La storia di David Smith, dell’artista alla disperata ricerca di un riconoscimento che gli sembra negato da una sorte crudele e ingiusta, affonda infatti le sue radici nella giovinezza dello stesso autore, che ne concepì la trama già venticinque anni fa, per poi riprenderla cinque anni fa e portarla alla luce soltanto ora.

Un lungo e intenso periodo di gestazione per una graphic novel che è dunque cresciuta e maturata assieme al suo autore, raccogliendone le riflessioni ed esperienze, le memorie e le scoperte. Ne Lo Scultore, infatti, forte è l’elemento autobiografico, a partire da un livello “superficiale”, quello dei personaggi, per spingersi poi nell’anima stessa del fumetto e nei significati che esso racchiude.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...