Magda Szabò – La porta #MagdaSzabo

«Con Frau Szabó avete pescato un pesce d’oro. Comprate tutta la sua opera, quello che ha scritto e quello che scriverà».
Herman Hesse
laporta
Grazie per avermi convinto a leggerlo. Sono un uomo pieno di pregiudizi e non amo molto le scrittrici. La storia di una governante settantenne nella periferia della Budapest del dopoguerra, due mesi fa non lo avrei neanche aperto, neanche se fossi stato isolato in cima ad un montagna con solo quel libro da leggere. Magda Szabo è bravissima, non eccelsa ma brava. Su Emerenc non saprei cosa dire, la ami, la odi, la rivedi in zie di 80 anni, a me ricordano una zia con cui sono cresciuto e che ho odiato per tutta la vita, nel leggere la porta ho dovuto fare i conti con quel sentimento e rivalutare tutta la mia vita in rapporto a quella zia, devo dire che l’ho sempre giudicata troppo severamente. Alcune donne non vanno giudicate, vanno capite ed accettate per quello che sono, rompipalle, nevrotiche, ma con una purezza nell’anima che si ha difficoltà a trovare negli uomini. Io sono contento perchè ho eliminato alcuni stupidi pregiudizi che avevo riguardo le scrittrici e quindi per me è stato un doppio successo.
Daniele B.
DESCRIZIONE
È un rapporto molto conflittuale, fatto di continue rotture e difficili riconciliazioni, a legare la narratrice a Emerenc Szeredás, la donna che la aiuta nelle faccende domestiche. La padrona di casa, una scrittrice inadatta ad affrontare i problemi della vita quotidiana, fatica a capire il rigido moralismo di Emerenc, ne subisce le spesso indecifrabili decisioni, non sa cosa pensare dell’alone di mistero che ne circonda l’esistenza e soprattutto la casa, con quella porta che nessuno può varcare. In un crescendo di rivelazioni scopre che le scelte spesso bizzarre e crudeli, ma sempre assolutamente coe-renti dell’anziana donna, affondano in un destino segnato dagli avvenimenti piú drammatici del Novecento. Pubblicato in Ungheria nel 1987, ma in qualche modo disperso negli anni della transizione politica, La porta è il romanzo che ha rivelato la piú grande scrittrice ungherese contemporanea.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.