Giovanni Lindo Ferretti – Reduce

Fedeli alla linea la linea non c’è fedeli alla linea la linea non c’è fedeli alla linea la linea non c’è”.
Questa è parte del ritornello di CCCP brano programmatico cantato nel 1986 da Giovanni Lindo Ferretti per il suo gruppo, i CCCP.

reduce

Se non amate i CCCP/CSI non c’è un reale motivo per cui dovreste leggere questo libro. Almeno non credo! Da fan quale sono (concerti, testi a memoria, fanzine, copie su ogni supporto possibile di ogni disco..) non so se potrebbe davvero piacere a chi non è appassionato di questo gruppo. Parti molto gradevoli di storia familiare e di un ritorno alla natura, altre intrise di oscurantismo ultra cattolico… Il tutto scritto come le canzoni. Mi sarebbero bastate 10 righe per riconoscerlo. È sempre il solito Ferretti quello che pensa e quello che scrive. Così troviamo un’abbondanza di rime baciate non solo nelle poesie che compongono il volume, ma anche nelle prose; questo, che funzionava molto bene in musica, è forse un punto debole del suo stile di scrittore. Inoltre non mi va giù che liquidi tutto un passato di idee, posizioni et simili con uno scarno: ero giovane e sciocco. Avrei voluto che mi spiegasse come si passa da A a B, qual è il percorso… Invece sembra che tutto fosse già lì, sotto la scorza, pronto a uscir fuori… Non lo so. Ma d’altra parte ci aveva avvisato:”non fare di me un idolo, mi brucerò”

Ci ripenso e magari lo rileggerò.

Sara R.

DESCRIZIONE

A partire dalla storia e dalla geografia della zona dell’Appennino emiliano da cui proviene la sua famiglia e dove lui stesso è nato, Giovanni Lindo Ferretti traccia una sorta di grande storia epica composta da diversi quadri, nei quali la vita dei suoi parenti e la sua si intreccia a quella del mondo circostante. Dal Sahara algerino alla Lisbona della Rivoluzione dei garofani, dalla Jugoslavia alla Mongolia, dal Salento al Sudafrica, da Reggio Emilia a Gerusalemme: i viaggi di Ferretti sono occasione di mille incontri e di mille riflessioni ma soprattutto segnano le tappe di una maturazione umana originalissima. Partito dal suo paesino appenninico, passato attraverso i sogni e le follie di un’intera generazione, Ferretti riscopre in giro per il mondo la strada che lo riporterà a casa, sui suoi monti, ad allevare i suoi cavalli.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...