E se fosse un segreto? – Virginia Bramati

LA VIRGIIIII!!!

E-se-fosse-un-segreto

Epperciò la Virgi.
Ma cosa volete che vi racconti ora della Virgi? Ella è ormai una de famija, tipo che ci si potrebbe raccontarcela davanti a un tè (per me un caffè, grazie!) e du pasticcini e/o una fetta di torta, quelle conversazioni pregne di noi pulzelle, avete presente no?, ricche di tuttotuttotutto e gnente, ma soprattutto tutto perchè poi riscaldano le budella, ste ciacole qua.
Perciò ecco che vi dico: i lavori della Virgi per me sono decisamente assurti al livello “farlocchi del cuore”, quelli che quando una c’ha una qualunque mappazza sullo stomaco che non riesce a mandar giù, di qualsiasi genere maschilefemminileneutro, voglio la fiaba (come disse Pretty Woman e vi prego di riverire la citazione colta) eccallà i libri della Virgi, maalox e ranitidina (si può dire maalox vero?). Certo, mò non mi venite a chiedere perché le sue eroine femminili son tutte in carriera e c’hanno i fiori, la neve, le mise perfette, il paese perfetto, l’uomo perfetto perché è na domanda sciocca, convenitene.
Io tuttavia due domandine, nel caso la Virgi ci facesse di nuovo una visitina (si vabbé ma i mignon chi li porta?), ce le avrei.
La prima: ma esiste davvero Verate magari con un altro nome?? Io voglio vederlo!!!
La seconda: l’Alessandra (protagonista) non c’ha un po’ troppamente la puzzetta sotto al naso nei confronti della Mary (la mamma)? Daje su, la povera Mary è una simpatia, daiiiiii!!! Eppoi anche se un tot naive è una mamma e mi sento in questo caso di difendere la categoria.

E comunque, non so se per improvvido attacco di delirio d’onnipotenza, ritengo che nei ringraziamenti finali un cincinino ce stamo pure noi, sapevatelo…

Stefania Lazzìa

DESCRIZIONE

Alessandra è una ragazza fortunata: la sua mamma avrebbe voluto chiamarla Sendi (la sua trascrizione di Sandy), come la protagonista di Grease, ma con un piccolo inganno gliel’hanno impedito. Così la figlia della parrucchiera Mary Mantovani e di un padre ignoto è stata registrata come Alessandra, e dio sa quanto ne è felice tutte le volte che sua mamma si ostina, invece, a chiamarla con le clienti del negozio Lamiasendi. Ma Alessandra non è solo fortunata: è anche molto, molto in gamba. Nonostante i piani che sua madre aveva fatto per lei, tra phon e bigodini, è riuscita a studiare, è diventata avvocato, e da pochi giorni grazie all’appoggio di una lista civica di persone per bene è stata eletta sindaco della piccola cittadina brianzola dov’è cresciuta: Verate.

E adesso, la prima cerimonia pubblica a cui partecipa con la fascia tricolore è destinata a rivelarsi un’emozione al quadrato… Nell’inaugurare il nuovo reparto maternità dell’ospedale Alessandra rincontra Stefano Parodi Valsecchi, il giovane, brillante primario con il quale a diciassette anni ha vissuto l’incanto del primo vero amore. Invece la vita, finora, li ha separati: lui a studiare ad Harvard, lei in un convitto di suore francesi a Milano.

Ma forse entrambi conoscono solo una parte della verità. Come sono andate davvero le cose? Perché proprio ora si ritrovano a Verate? Le sorprese, per Alessandra e Stefano, sono appena iniziate…

Ancora una volta ambientato a Verate, “magico” paese della Brianza da cui le vite dei protagonisti partono per esplorare il mondo e dove i protagonisti tornano per ritrovare se stessi, questo nuovo romanzo di Virginia Bramati è un piccolo, grande giallo del cuore, che sa raccontare il nostro mondo di oggi con la delicatezza di una fiaba ma con tutta l’autenticità della vita vera, per farci riflettere e sognare. E mette in scena una galleria di personaggi che vorremmo poter incontrare davvero: una giovane donna-sindaco strepitosamente anticonformista, un medico bello e capace di sorprenderla, una vecchia insopportabile signora aristocratica, un’amica che sa tenere molti, moltissimi segreti…

Virginia Bramati vive e lavora a Milano. E assomiglia molto, per tenacia e simpatia, alla protagonista del suo primo romanzo, Tutta colpa della neve! (e anche un po’ di New York). Il libro, nato come successo del passaparola in rete, nella versione cartacea riveduta e ampliata uscita per Mondadori è diventato uno dei bestseller dell’inizio del 2014. Nello stesso anno, sempre per Mondadori, è apparso il racconto di Natale Meno cinque alla felicità!, sempre ambientato nella magica Verate.

 

Annunci

7 pensieri su “E se fosse un segreto? – Virginia Bramati

  1. Virginia Bramati

    Care,

    L’avete letto!!! Grazie!

    e ora le risposte in ordine d’importanza: certo che nei ringraziamenti c’eravate anche voi! Oltretutto le vostre rece sono state inviate in Mondadori dove molto se le sono godute!
    Verate non esiste è un ‘luogo del cuore’ una cittadina come piacerebbe a me.
    Anch’io adoro la Mary! Credo che Alessandra la tenga a distanza solo per istinto di sopravvivenza, la Mary è capace di fagocitare tutto.
    Poi, avete letto il racconto su ‘Donna Moderna’? In caso contrario ditemi dove posso mandarvelo. E’ un mini spin off di ‘E se fosse un segreto?’.

    Un abbraccio grande

    La Virgi

    P.S. i mignon li porto io!

    Mi piace

    1. io Lorenza, non ancora, me ritardataria, però ho comprato oggi il tuo primo, Tutta colpa della neve, e da lì poi procedo 🙂
      Invece Stefania Lazzìa ti ha letto essì! adesso comunque scrivo sul blog alle pulzelle di procedere con le letture dei tuoi libri, eeeh. Essù! 🙂

      Lorenz
      PS. Viva i mignon!

      Mi piace

  2. Virginia Bramati

    E il racconto di Natale dell’anno scorso? Quello lo avevate letto? Fatemi sapere.
    Per i cannolini, tranqui, la pasticceria sotto casa (Il Beniamono Colleoni) li fa da favola!

    Mi piace

  3. Virginia Bramati

    E il racconto di Natale dell’anno scorso? Quello lo avevate letto? Fatemi sapere.
    Per i cannolini, tranqui, la pasticceria sotto casa (Il Beniamino Colleoni) li fa da favola!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...