Isabel Allende – Il gioco di Ripper

isabel-allende-il-gioco-di-ripper

Dopo la montagna necessitavo di qualcosa di un filo più lieve e poichè MAI e POI MAI almeno da qui a un bel tot di mesi comprerò più un libro (semmai lo dovessi fare sputatemi) men che meno in cartaccio, ecco comparire una gentile collega che, provvidenziale, mi prestò sto gioco.

“Il gioco di Ripper”, che dà il titolo all’opera, è comunque presente solo in alcuni brevi capitoli e non risulta sufficientemente caratterizzato.
Solo nelle ultime 200/150 pagine è possibile scorgere la vena poliziesca di questo romanzo che, per questo, risulta talmente raffazzonata e desiderosa di arrivare ala fine da sfociare nell’inverosimile. Come può un manipolo di adolescenti, che non si sono mai visti o conosciuti nella vita reale, superare i mezzi e le competenze dell’intero corpo di polizia? Eppure il mistero verrà svelato proprio da questi ultimi grazie a delle deduzioni nate dal nulla, non ancorate a dati oggettivi e che, pertanto, lasceranno l’amaro in bocca a chi di polizieschi se ne intende.

D’altro canto, se chi è in cerca di serrati colpi di scena, scene truculente o indagini al limite della logica deve rivolgersi ad autori più noti ed avvezzi a questo genere letterario. In realtà questo è un romanzo – a mio avviso molto piacevole da leggere – che deve la sua fortuna alla caratterizzazione dei personaggi ed allo stile narrativo dell’autrice. Non si può non provare simpatica per Amanda, provare desiderio di conoscere una donna come Indiana o non lasciarsi coinvolgere dalle pene amorose dei spasimanti di quest’ultima.

Tuttavia, sarà che venivo dappresso da una lettura di un certo peso, in ogni senso, morale e materiale, ma ecco piovere un bah di una certa qual portata. Si legge perchè si legge, è ambientato a Frisco e forse ciò aiuta un cincinino, è un simil-giallonzo, ma ribadisco: STRABAH…
p.s. menomalo che ora c’è il Re che m’aspetta (anch’esso prestatomi, precisolo). ATTACCAA!!

stefania lazzìa

DESCRIZIONE

Per Amanda e i suoi amici Ripper era solo un gioco. Ma quando San Francisco è scossa da una serie di misteriosi omicidi, Amanda sembra l’unica in grado di risolvere l’enigma. Brillante e introversa, appassionata lettrice, dotata di un eccezionale talento per le indagini criminali, si diletta a giocare a Ripper, un gioco online ispirato a Jack the Ripper, Jack lo Squartatore, in cui bisogna risolvere casi misteriosi. Quando la città è scossa da una serie di efferati omicidi, Amanda si butta a capofitto nelle indagini, scoprendo, prima della polizia, che i delitti potrebbero avere un legame fra loro.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...