Il cardellino – Donna Tartt #donnatartt #ilcardellino

 arton63328
Avevo promesso, per cui lo faccio. Ma non so se sarete contenti. Questo è un romanzo ben scritto, purtroppo non sono in grado di leggerlo in lingua originale, ma la traduzione italiana è intensa, coinvolgente e perciò la credo rispettosa dell’originale. Tratta (1) di un ragazzino di tredici anni, Theodore Deker, madre amatissima separata da un padre inaffidabile, il quale sa di non essere all’altezza, alcolizzato, drogato, che sparisce senza dir nulla. Mamma e figlio (discolo, in pericolo di sospensione a scuola) devono andare a incontrare il preside. Sono in anticipo e sotto un temporale, per cui entrano al museo e si separano. Lui segue una ragazzina dai capelli rossi che lo ha colpito, e capita nella sala in cui è esposto il quadro del Cardellino, dipinto, nel 1654, da Fabritius (nel testo Fabricius) Carel pittore olandese allievo di Rembrandt. Un attentato bomba provoca molti morti. In quella sala lui si trova vicino a un anziano signore, morente, che gli da un anello, un nome, “Hobie”, e gli fa segno di prendere il piccolo quadro. Lui nasconde il quadro nella sua sacca, si mette in tasca l’anello e parte alla ricerca di sua madre. Da qui il romanzo si snoda tra le sciocchezze, pericolose, che combina da solo e con un ragazzo russo, Yuri. Il racconto di un ragazzo indifeso diventa una sorta di esame della vita media di un ragazzo americano, tra droghe, furti, traffici illeciti, bugie, ex compani morti, giochi di sentimenti appagati e inappagati, finché si trasforma (2) nel romanzo giallo di un quadro sparito, dato in pegno a garanzia di pagamenti tra bande di delinquenti internazionali (essendo americana, l’autrice tira in ballo i russi, per fortuna non ci sono sudamericani). Alla fine (3), da vittima designata dei banditi, il figliolo viene salvato dall’unica, geniale, mossa che si poteva fare: restituire il quadro ! banditi beffati, vita ritrovata, lavoro di esperto d’arte assicurato e io mi sento preso in giro per centinaia di pagine. Poteva essere un capolavoro, è solo un romanzo giallo. Ben scritto.
Riccardo Garavaglia. (opinione strettamente personale, ovvio)
.

Riccardo Garavaglia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.