Beppe Tosco – Scemo come tuo padre

Beppe-Tosco

N.21
Bocciato! E di brutto! L’ho finito proprio per poter dire con cognizione di causa che è una noia mortale.
Non so se sia il genere terrificante o se sia proprio il libro in sé ma questi libri pseudocomici mi fanno venire una tristezza, quasi come i comici in TV. Non nego che qualche battuta buona ci sia stata e che l’argomento figli non abbia in diversi punti suscitato tenerezza, tuttavia mi è sembrato di partecipare ad una riunione di famiglia in cui il papà a tutti i costi vuole farti vedere il filmino delle vacanze. Che palle!

francesca ogana

Sara Rattaro – Sulla sedia sbagliata #sararattaro

sulla-sedia-sbagliata-665x1024Riedizione del romanzo di esordio della Rattaro, che io ho conosciuto e mi ha rapita e commossa con i successivi “non volare via” e “un uso qualunque di te”. Questa volta devo dire che non mi ha convinta al 100%. Sarà l’argomento “mamma”, sarà che l’ho letto sul tablet ma non è riuscita come con i successivi romanzi ad entrarmi dentro, devastarmi e lasciarmi stremata. Povere mamme ma anche poveri figli.

francesca ogana

TRAMA

Andrea è accusato di aver ucciso Barbara, la fidanzata, in preda a un raptus e sotto l’effetto di stupefacenti. Valeria ha saputo dal giornale che il ragazzo che ama è accusato di aver strangolato la madre. Una donna ha visto uscire di casa la figlia e non sa che sarà per l’ultima volta, mentre Zoe sogna l’”uomo dal naso perfetto” e attende il trapianto… Vicende che si intrecciano e sovrappongono, vittime e carnefici che si scambiano i travestimenti nel teatrino dell’assurdo della vita. Una struttura originale e una scrittura toccante e coinvolgente disegnano storie talmente vicine alle nostre che sembrano appartenerci, componendo un vivace mosaico in cui ogni tessera si incastra armoniosamente.