Leviathan: Il Risveglio – James S. A. Corey #JamesSACorey #Leviathan #TheExpanse

Leviathan – Il risveglio (Leviathan Wakes) è un romanzo fantascientifico del 2011 firmato da James S. A. Corey, pseudonimo del collettivo formato dagli scrittori Daniel Abraham e Ty Franck. È il primo libro della serie The Expanse. Nel 2012 è stato candidato al Premio Hugo e al Premio Locus. Il romanzo è stato adattato nel 2015 nella prima stagione della serie TV The Expanse di Syfy.

Primo, avvincente volume del ciclo “The Expanse”, una poderosa space opera dalle tinte dark e thriller, che promette di tenere incollato il lettore alle pagine. Una storia complessa, senza essere complicata: il lettore viene gettato senza troppe cerimonie direttamente nel quadro generale, che si arricchisce nel fluido e ben centellinato scorrere degli eventi, senza bisogno di soffocarlo con flashbacks-spiegoni (affidati perlopiù agli spin-offs); ed è una sorpresa più che positiva, visto che gli eventi sono prevalentemente legati a lotte di potere e tensioni politiche tra fazioni rivali (Terra, Marte e La Cintura degli Asteroidi), narrazioni che, in genere, vivono di trame intricate. Due personaggi muovono gli eventi: il detective Miller, compassato ed “hard-boiled”, e l’ex-marine idealista Holden, trovatosi suo malgrado al comando di un equipaggio con rappresentanti di ogni fazione, ma sorprendentemente non disfunzionale. Entrambi sono portati a scelte difficili, entrambi hanno motivazioni forti, entrambi hanno bussole morali differenti, quasi opposte. Scelte che porteranno conseguenze/incidenti diplomatici in una schermaglia politica che aleggia come uno spettro.
La dimensione politica si riflette anche nei conflitti spaziali: nessun florilegio di esplosioni o navi in pezzi sotto i colpi dei missili (pochine, forse). Solo un pizzicarsi a vicenda tra mosse deterrenti, che se possibile fanno percepire ancora di più la tensione di tre entità sull’orlo di una guerra. È più un clima da guerra fredda spaziale, se vogliamo.

La traduzione forse non è sempre perfetta, ma in compenso le premesse pseudoscientifiche sono accattivanti.
Consigliato a tutti quelli che non si sono mai stancati di storie spaziali infinite (9 libri totali, 7 pubblicati in Italia) e vogliono confrontarsi con un universo narrativo coerente e plausibile, e amano la fantascienza classica, una buona storia con colpi di scena e moltissimo tempo per congetturare su quello che stia realmente accadendo e dove si andrà a parare, visto che inizialmente è tutto completamente assurdo e ci vuol pazienza per dipanare le varie trame.

Leviathan: Il Risveglio – James S. A. Corey

Editore: Fanucci
Anno edizione: 2015
Descrizione

L’umanità ha colonizzato l’intero sistema solare, spingendosi fino all’orbita di Nettuno grazie alla scoperta di un avveniristico motore a fusione. Jim Holden presta servizio sulla Canterbury, un cargo che trasporta ghiaccio attraverso gli infiniti spazi tra gli anelli di Saturno e la Fascia, l’arcipelago di asteroidi che si estende tra Marte e Giove. Incaricato di ispezionare il relitto di una nave spaziale, la Scopuli, sopravvivrà alla distruzione della Canterbury in seguito a un proditorio attacco nemico. Un fatto inaudito che porta la Terra, Marte e la Fascia sull’orlo della catastrofe planetaria. Nel frattempo, sull’asteroide Ceres, il detective Miller è impegnato nelle ricerche di Julie Mao, una giovane ribelle che ha rinnegato la sua famiglia sulla Terra e si è rifugiata nella Fascia. La ragazza sembra scomparsa nel nulla, ma le sue tracce portano dritto al relitto della Scopuli e a una vicenda di orribili esperimenti che qualcuno sta tentando di insabbiare, anche a costo di scatenare una guerra senza precedenti.

James S.A. Corey – Leviathan – Il risveglio #Leviathan #Fantascienza

Lev

Un momento di relax con una lettura disimpegnata. Fantascienza, che è stato uno dei miei grandi amori adolescenziali. Per molto tempo l’ho poi trascurata per altre letture, da un lato, e per il fatto che aveva preso una piega che non mi piaceva più di tanto. Mi capitava infatti o di imbattermi in noiosissimi cyberpunk ermetici, con 50 storie separate che si riuniscono all’ultimi istante tra droghe sintetiche, chip e reti varie; oppure si entrava in un campo che sempre più si avvicinava al magico. Mi spiego: se leggo il Signore degli Anelli do per scontato che ad un certo punto appaia la magia: fa parte dei codici narrativi e mi sta bene così. Ma se leggo un libro di fantascienza non mi posso basare sull’iperspazio, sui trasmutatori molecolari o altri marchingegni inesistenti ovunque tranne che, appunto, nella letteratura fantascientifica. Si tratta di fantasy che, invece di svolgersi in castelli, si svolge in astronavi. Può andar bene anche così, ma dopo un po’ (come la fantasy dei castelli, appunto), tende a diventare ripetitiva.
Tutto ciò premesso, questo Leviathan riporta la fantascienza coi piedi per Terra. Anzi, nello spazio. Ma è uno spazio plausibile, con astronavi che non vanno oltre il Sistema Solare visto che oltre la velocità della luce non si può andare; con asteroidi trasformati in basi spaziali e con un elemento alieno che introduce il giusto horror. Scritto decentemente, con un buon intreccio e una buona tensione.
Come va ormai di moda nella letteratura di genere, si tratta della prima puntata di una serie. In italiano ne sono stati tradotti i primi due, ma in inglese credo che ne siano già usciti quattro o cinque. Ultimo avviso, come spesso accade ai libri di genere di una certa qualità, ne è stata fatta una serie TV (The Expanse) la cui prima stagione è in corso di trasmissione in USA. Non so se verrà mai tradotta e trasmessa qua da noi.

JD

leviathanwakes

Scritto da Daniel Abraham e Ty Franck, la coppia di autori statunitensi che si cela dietro lo pseudonimo James S.A. Corey e che vanta collaborazioni a vario titolo con un big del calibro di George R.R. Martin, questo corposo romanzo si presenta come una storia divertente e autoconclusiva, scorrevole, ricca di colpi scena e adrenalinica, che non fa mancare niente al proprio lettore: colonie spaziali, battaglie tra astronavi, sparatorie e massacri. Il tutto è condito da una protomolecola aliena, capace di alterare il DNA degli organismi viventi, trasformando gli umani prima in zombie vomitanti e poi rimodellandoli in “altro”.

I due protagonisti, che si rimpallano l’azione da un capitolo all’altro, ispirano simpatia sebbene risultino a tratti convenzionali: un giovane capitano, diventato tale suo malgrado, ingenuo, idealista ma onesto, e un maturo ispettore di polizia cinico, disilluso dalla vita ma coraggioso e risoluto. Anche il “cattivo” di turno s’incarna nella figura nota dello spietato manager d’azienda, disposto a scatenare una guerra interplanetaria e usare milioni di esseri umani come cavie per un esperimento scientifico, pur di accrescere la potenza della propria multinazionale.

Nonostante non si possa parlare di capolavoro né di grande originalità, LEVIATHAN – IL RISVEGLIO ha il pregio di catturare la maggior parte dei lettori, specie quelli che cercano intrattenimento puro, senza perdere tempo con le disquisizioni pseudoscientifiche tanto care a molta hard science-fiction d’oggi.

DESCRIZIONE

Leviathan – Il risveglio di James S. A. Corey:

Leviathan_Wakes_(first_edition)

L’umanità ha colonizzato l’intero sistema solare, spingendosi fino all’orbita di Nettuno grazie alla scoperta di un avveniristico motore a fusione. Jim Holden presta servizio sulla Canterbury, un cargo che trasporta ghiaccio attraverso gli infiniti spazi tra gli anelli di Saturno e la Fascia, l’arcipelago di asteroidi che si estende tra Marte e Giove. Incaricato di ispezionare il relitto di una nave spaziale, la Scopuli, sopravvivrà alla distruzione della Canterbury in seguito a un proditorio attacco nemico. Un fatto inaudito che porta la Terra, Marte e la Fascia sull’orlo della catastrofe planetaria. Nel frattempo, sull’asteroide Ceres, il detective Miller è impegnato nelle ricerche di Julie Mao, una giovane ribelle che ha rinnegato la sua famiglia sulla Terra e si è rifugiata nella Fascia. La ragazza sembra scomparsa nel nulla, ma le sue tracce portano dritto al relitto della Scopuli e a una vicenda di orribili esperimenti che qualcuno sta tentando di insabbiare, anche a costo di scatenare una guerra senza precedenti.

Il debutto di una serie che ha rivoluzionato il concetto di Science Fiction. Benvenuti nel futuro!