Libri al buio: Accabadora – Michela Murgia #LibriAlBuio #Accabadora #MichelaMurgia

Blind-date-with-a-book

Ho recentemente visitato la Feltrinelli, evento abbastanza raro visto che dal loro sito compro libri direttamente in pigiama e con qualche sconto in più. Ci ho passato due ore. Poi alla fine ho scovato un angolino piccino… Con i cosiddetti Libri al Buio! Per chi se li fosse persi, dei libri incartati per bene per non farsi scoprire, con una descrizione in copertina. L’idea mi ha sempre intrigato un sacco, visto che di solito vengono messi più che descrizioni degli “indizi”.
Invece… Qui hanno deciso di mettere una o due frasette di citazione! E quindi… Al commesso basterebbe aprire a caso il libro e copiare quello che capita! Ci sono rimasta un po’ male, ma non ho saputo resistere. Volevo chiedervi, cosa ne pensate di questa iniziativa? Secondo voi, come potrebbe essere migliorata? A me sta cosa di non avere nessuna idea delle caratteristiche del libro infastidisce un po’. Insomma, pure da Twilight la puoi tirare fuori una citazione decente! E poi metti che mi rifilano un fantasy?! Gravi rischi! Però visto che se non mi fosse piaciuto me l’avrebbero cambiato allora ho ceduto.
Mi è capitato “Accabadora”, di Michela Murgia. All’inizio pensavo fosse spagnola (“Nasce a Cabras”!!!!!!). Invece il librino, svelto e appassionante, parla di un paesino sardo, di una “figlia dell’anima”, di drammi morali che scivolano con la semplicità di ciò che è necessario. Sconsiglio di leggere le recensioni nella quarta di copertina, ci sono un paio di spoiler! Veramente bello e veramente consigliato! una bellissima sorpresa che altrimenti non mi sarebbe mai capitata in mano.

Martta Loves

DESCRIZIONE

In sardo, «accabadora» è colei che finisce. Agli occhi della comunità, il suo non è il gesto di un’assassina, ma quello amorevole e pietoso di chi aiuta il destino a compiersi.
Narrando la storia di Tzia Bonaria, la vecchia sarta che conosce sortilegi e fatture e sa dare una morte pietosa, e Maria, la bambina che Tzia Bonaria ha preso con sé per crescerla come una figlia, una fill’e anima, Michela Murgia affronta un tema complesso senza semplificarlo.
E trova le parole per interrogare il nostro mondo mentre racconta la Sardegna degli anni Cinquanta, un mondo antico sull’orlo del precipizio con le sue regole e i suoi divieti, una lingua atavica e taciti patti condivisi. Accabadora è un romanzo scritto da Michela Murgia e pubblicato nel maggio 2009 per la casa editrice italiana Einaudi. Il romanzo è stato tradotto in numerose lingue straniere. Con questo libro l’autrice ha vinto la sezione narrativa del Premio Dessì nel settembre 2009. Nel maggio 2010 il romanzo è stato premiato con il SuperMondello, il riconoscimento più importante del Premio Mondello e, nel settembre dello stesso anno, con il Premio Campiello.

Michela-Murgia-Accabadora-Einaudi-164pp-13-euro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...