It – Stephen King #It #StephenKing

“Brace d’inverno
i capelli tuoi
dove il mio cuore
brucia”

it1

Questo libro mi ha dato gli incubi dalla prima all’ultima pagina… dovevo ricordarmi di essere stata terrorizzata anche solo dal trailer del film tv! Eppure non sono riuscita a staccarmene per giorni ed ora che l’ ho finito i suoi personaggi mi mancano terribilmente. Non It, certamente, che in tutte le sue molteplici forme, spesso frutto di suggestioni cinematografiche o letterarie, incarna le paure primordiali, come l’uomo nero sotto il letto o in cantina. Nè, tanto meno, Pennywise il Clown, la sua incarnazione più sconvolgente, che offre palloncini colorati alle sue giovani vittime, mentre rincorrono barchette di carta finite nei tombini. Mi mancano Billy, Ben, Richie, Beverly, Mike, Stan, Eddy, quel gruppo di ragazzini perdenti, perseguitati dai bulli, che con la forza della loro amicizia e con la fede nella magia e nel potere dell’immaginazione che solo i bambini hanno, riusciranno ad arginare quel mostro più antico del mondo stesso, nascosto da tempi immemorabili nelle fogne di Derry. E quando la maligna influenza di It porterà una nuova ondata di violenza inaudita nella cittadina, nell’incredibile indifferenza dei suoi abitanti, i “perdenti”, ormai astephen king it

derry stephen king

dulti, dovranno di nuovo affrontarlo e ricreare quella magia dimenticata per sconfiggerlo per sempre.

“Come on back and we’ll see if you remember the simplest thing of all: how it is to be children, secure in belief and thus afraid of the dark”.

it

Il “Re” è davvero un affabulatore geniale capace di provocare un’indelebile suggestione! Clown, palloncini e persino barchette di carta non saranno mai più associate alla spensieratezza del gioco d’infanzia. E se non bastassero la parola avvincente, il terrore e la suspense a ogni pagina, anche la struttura è studiata perché la trama si ricostruisca a mano a mano in un continuo andirivieni tra periodi diversi, un moltiplicarsi di punti di vista e di voci narranti, un incastro di ricordi che si completano a vicenda come pezzi di un puzzle.

Il Re ha una nuova fan. Long live the King!

Beep beep,

Arianna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...