Nelle case della gente – Mirko Tondi

cop_Nelle-case-della-gente-297x467
In questo romanzo la casa diventa la parte più vera di se stessi,
un luogo dove poter esprimere la propria autenticità, nel limbo della propria solitudine e lontano da occhi indagatori sempre pronti a coglierti in fallo e a giudicare.

Protagonista del romanzo è un aspirante scrittore che per gran parte del libro ci racconta i fatti suoi, seguendo la lezione di Cechov: Io so scrivere solo sui ricordi;  ripercorre tutte le sue difficoltà nella vita, il difficile rapporto con il padre e con il mondo, regalandoci perle di vera letteratura: “Tutto questo leggere e vedere film e documentarsi e ascoltare musica e comprare oggetti è aria anche quello, oggi lo sa, perché oggi è un giorno cattivo”. L’autore si descrive in maniera impietosa, ma è una descrizione universale di un se stesso visto come “una specie d’uomo che ha imparato a complicarsi l’esistenza trascinando un carico ingombrante di aspettative e ambizioni”.
La casa vista come metafora del viaggio introspettivo dentro se stessi e alla ricerca di se stessi che ognuno,almeno una volta nella vita, si vede costretto a compiere.
E le pareti bianche come spauracchio del vuoto interiore che si cerca di colmare con qualsiasi cosa pur di togliersi quel macigno dal cuore.
Perchè non c’è niente che pesi di più del vuoto nell’anima.
Consigliato.
Soprattutto a chi ha una natura introspettiva e non teme di scandagliare il fondo del proprio animo umano.

cinzia n cappelli

DESCRIZIONE

Il protagonista senza nome del romanzo, dopo aver ricevuto un messaggio criptico da una persona spuntata dal suo passato, ha l’opportunità di conoscere dettagli nascosti della propria vita. Frastornato da un’esistenza piena di vuoti e da un padre sbagliato, si ritrova a compiere un tour tra le stanze della casa in cui abita e allo stesso tempo un viaggio nei ricordi. Sempre in bilico tra memoria e futuro, la storia conduce verso un’unica direzione: la ricerca della verità, una verità nascosta, soppressa, inseguita, ritrovata. Nelle case della gente (nel 2014, finalista al Premio Edizione Straordinaria e vincitore del Premio BrainGnu) è un labirinto claustrofobico tra le pareti della precarietà, una tragedia privata in più atti che si snoda tra coincidenze, analogie inquietanti, date e numeri che ritornano a tormentare. A conclusione di ogni capitolo, lo studio di un romanzo, esercizio feticista e pedante, atto di riverenza assoluta mediante il quale il protagonista smonta i testi e li ricompone in una sorta di mosaico, dove le parole degli scrittori si mischiano con le sue a confondere finzione – See more at: http://www.portoseguroeditore.it/?page_id=644#sthash.14lWKFGv.dpuf
Annunci

Un pensiero su “Nelle case della gente – Mirko Tondi

  1. Pingback: Nelle case della gente (PSE – Porto Seguro Editore, 2015) | Avevo un sacco di cose da dire (ma le ho dimenticate tutte)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...